ECOBONUS 2019 & DETRAZIONI FISCALI: GUIDA VELOCE

ECOBONUS 2019 & DETRAZIONI FISCALI: GUIDA VELOCE

Continua la rubrica di Guide Veloci di Elettromeccanica Moderna:

La nuova legge di Bilancio 2019 conferma e prolunga fino al 31 dicembre 2019 le detrazioni fiscali del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia e del 65% per quelli di risparmio energetico.

Nel primo caso troviamo inclusi interventi di installazione di impianti fotovoltaici, sistemi di accumulo (storage) e bonifica dell’amianto, fino a una spesa massima di 96.000€ per singola unità immobiliare.

Di pari passo l’Ecobonus del 65% coinvolge le azioni di riqualificazione energetica delle abitazioni come installazione di caldaie a condensazione, pannelli solari termici, sistemi ibridi e scaldacqua in pompa di calore.

In particolare ci sono due significanti novità:

La prima:  per i condominiali il bonus del 65% per interventi su parti comuni sale al 70-75% quando questi permettono il raggiungimento di prestazioni energetiche più alte, e all’80-85% nei casi in cui ci sia una riduzione anche del rischio sismico dell’edificio. Il Bonus è stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni.

Piccola curiosità: questo vale anche per gli alberghi ma ne parleremo in un altro articolo.

La seconda:  la Mobilità elettrica! Per spese sostenute da dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 per acquistare infrastrutture di ricarica per veicoli alimentati elettrici è confermata la detrazione fiscale del 50% (calcolata su ammontare non superiore a 3.000€). Queste detrazioni possono essere applicate anche ai costi\spese per acquisto e posa in opera di installazioni di ricarica sulle parti comuni condominiali.

Guida Veloce: Colonnina Elettrica

Inizia con questa tematica molto attuale la serie delle Guide Veloci EMM (ElettroMeccanica Moderna): panoramiche rapide su argomenti importanti in maniera semplice e completa.

L’auto elettrica sta diventando velocemente adulta; secondo l’ultimo aggiornamento dell’UNRAE di luglio 2018 stiamo assistendo a un calo delle “alimentazioni” tradizionali come il diesel, in favore a una crescita sostanziale dell’ibrido e al decollo vertiginoso dell’elettrico, con circa il 300% di aumento di vendite di vetture elettriche. Nel 2030 arriveremo a una nuova visione del mercato, diviso equamente fra veicoli ibridi e totalmente elettrici.

Parliamo ora delle strutture di ricarica già disponibili e ampiamente sviluppati per i veicoli elettrici: le colonnine. Queste si possono dividere in due macro aree: wall box e pole station.

La Wall Box  è la stazione di ricarica ideale, posizionata a parete,  per la ricarica in ambito privato sia a casa che a lavoro (es. box auto o garage aziendale).

Puoi collegare la stazione al contatore di casa e il costo dei consumi di energia legati alla tua auto sarà addebitato direttamente nella bolletta, come qualsiasi altra utenza elettrica in casa. Normalmente i veicoli sostano nel box o nel posto auto diverse ore ogni giorno: questa situazione  ideale consente di ricaricare la batteria utilizzando una potenza kW ridotta. Non è necessario un contatore nuovo o avvisare il gestore di rete, la macchina viene considerato al pari di un elettrodomestico.

La durata di ricarica dipende dal tipo di batteria del veicolo, solitamente si riesce a passare da 0 a 100% in circa 6-8 ore. Sono possibili ricariche parziali attraverso funzionalità come lo Smart Charging.

wallbox elettrica elettromeccanica moderna esempio grossetoQuanto costa un “pieno” di elettricità?

Meno di quanto si possa pensare. Comunque è necessario fare i conti con la capacità della batteria in dotazione al veicolo e al rapporto km/kWh (chilometri per chilowattora), equivalente del rapporto km/l, che indica il consumo del mio veicolo elettrico.

Il modello perfetto sarebbe di unire la wall box (o anche la pole station di cui trattiamo dopo) a un impianto fotovoltaico, in maniera di ottimizzare l’autoconsumo di energia.

La Pole Station è la struttura progettata per ricaricare fino a due auto elettriche in luoghi pubblici o privati. Viene installata in luoghi aperti al pubblico come strade o parcheggi sia pubblici che aziendali. I datori di lavoro che mettono a disposizione parcheggi auto per i dipendenti si troveranno infatti a dover presto gestire la loro necessità di caricare i veicoli durante l’orario di lavoro. Un servizio questo, che l’azienda potrà fornire installando delle colonnine di ricarica con sistemi di accesso personalizzati.

Chi sarà coinvolto?

Attività e infrastrutture come autorimesse e parcheggi, centri commerciali e negozi, ristoranti, strutture turistiche, condomini, comuni ed enti pubblici, oltre alla grande utenza privata, sono e saranno coinvolti in questa grande trasformazione che accelererà sempre di più.

Per chi voglia approfondire la tematica e richiedere una consulenza per un progetto i nostri consulenti sono sempre a disposizione.

Tel: 0564.455097 Mail: info@elettromeccanicamoderna.com